Il Cadom, come tante altre Associazioni, ricorre spesso al fund-raising per poter finanziare i propri progetti e cerca di farlo attivando relazioni, facendo sensibilizzazione ed informando sulla costante attività a livello territoriale.

Il Progetto coperte del 2021 è nato sicuramente per raccogliere fondi, ma con un secondo scopo, non secondario ed estremamente importante: quello di aiutare le donne, chiuse in casa da un lungo ed estenuante lockdown, a vincere la solitudine, facendo qualcosa che da sempre hanno saputo fare: lavorare a maglia o all’uncinetto, creando con le proprie mani bellissimi lavori per prendersi cura dei figli, della casa e di sé stesse, tramandando storie, sogni e desideri.

Con un passaparola velocissimo, centinaia di donne si sono attivate in tutta la Brianza (e non solo), creando dei gruppi, organizzandosi nelle modalità e tempi di lavoro, scegliendo filati e colori per fare dei quadrotti coloratissimi e caldi, che poi sono stati assemblati per creare le “coperte del Cadom”.

La mostra-mercato del 26 settembre 2021 al Carrobiolo di Monza ha portato sicuramente un buon risultato economico per il Cadom, ma la cosa più gratificante per tutte le donne che hanno partecipato è stato il riconoscimento del lavoro fatto, l’ammirazione per tante coperte-capolavoro, nate da un pensiero di solidarietà verso donne, amiche e sorelle vittime di violenza.